L’agricoltura coltiva valore e valori: inaugurata la Fiera Nazionale di Lanciano

postato su 22 Marzo 2024

L’agricoltura coltiva valore e valori: inaugurata la Fiera Nazionale di Lanciano

Al Polo fieristico d’Abruzzo fino a lunedì 25 marzo l’edizione numero 62 della storica mostra agricola 

“Saluto non senza emozione tutti i presenti e sono davvero felice di poter condividere con voi questo momento perché sono convinta che un lavoro di rete porti sempre buoni risultati perché l’agricoltura coltiva valore e valori”. Queste le parole del presidente di Lancianofiera Ombretta Mercurio nel suo intervento di apertura della 62esima edizione della Fiera dell’Agricoltura, che da oggi a lunedì 25 marzo, metterà in mostra al Polo fieristico d’Abruzzo di Lanciano le novità del settore dalla meccanizzazione, all’agricoltura di precisione, alla sostenibilità alla bioeconomia e sarà anche un’opportunità per produttori, innovatori, esperti del settore, ricercatori, imprenditori, studenti ed appassionati di agricoltura di condividere idee, scoprire nuove tecnologie e stabilire relazioni.

Alla presenza di numerose autorità istituzionali nazionali, regionali e locali, dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine e dei massimi esponenti abruzzesi delle associazioni che riuniscono agricoltori e produttori e una rappresentanza dei 250 espositori, alla cerimonia di apertura della fiera, sono intervenuti, con il presidente Ombretta Mercurio e i membri del CdA di Lancianofiera Bruno De Felice ed Alberto Paone: il sindaco di Lanciano Filippo Paolini, il vescovo di Lanciano Emidio Cipollone, il senatore Guido Liris, il presidente Consiglio Regionale d’Abruzzo Lorenzo Sospiri, l’assessore al Turismo Daniele D’Amario e il sottosegretario al Masaf Luigi D’Eramo. Presente anche una rappresentanza dei Carabinieri Forestali con i carabinieri a cavallo.

Il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida, impegnato a Bruxelles, ha inviato un videomessaggio ricordando che la fiera di Lanciano “è uno straordinario evento che mette insieme in mostra l’agricoltura, uno degli elementi portanti della nostra Nazione, e le azioni che servono per rafforzarla. La promozione, i luoghi di incontro devono essere sempre più sostenuti perché diventano il luogo nel quale raccontarci meglio, in questo la fiera di Lanciano ha una sua riconosciuta centralità”. La cerimonia si è conclusa con il taglio del nastro e la simbolica cerimonia di investitura del Mastrogiurato, carica elettiva istituita nel 1304 da re Carlo II d’Angiò che apriva e sovrintendeva le antiche fiere cittadine, grazie alla partecipazione dell’associazione culturale Il Mastrogiurato.

“Innovazione, attenzione all’intero comparto e dimensione europea. Sono queste le parole d’ordine della 62esima edizione della Fiera dell’Agricoltura – ha detto il presidente di Lancianofiera Ombretta Mercuriouna vetrina di professionalità, storia, cultura della qualità, cura dei territori, attenzione alle produzioni, allo smart farming, al rural marketing, ai cambiamenti climatici. Presenti accanto agli espositori storici, che arrivano da tutta Italia, anche nuove referenze. Un’attenzione particolare è riservata agli studenti con la convinzione che il futuro dell’agricoltura passa anche e soprattutto da loro”.

Complessivamente saranno sedici gli appuntamenti, fra convegni, workshop e laboratori, promossi in collaborazione con le migliori energie del territorio.

Domani si parlerà di opportunità e prospettive nella gestione del rischio in Abruzzo; di grandi fiere medievali e moderne esposizioni; di sicurezza sul lavoro in agricoltura; di Smart Farming: le nuove frontiere dell’innovazione tecnologica in agricoltura; di viticoltura ecosostenibile: Presente anche il gruppo country Wild Angels di Lanciano che si esibirà in un coinvolgente spettacolo di danza.

Il programma è realizzato in collaborazione con: ordine degli ingegneri di Chieti, Enesco, ConnectAbruzzo per il Progetto Upskilling Rural cofinanziato da Erasmus+, Consorzio Ab.Side – Smart Innovation Enabler, Biodistretto Le verdi Valli Teatine, Consorzio di Difesa Produzioni Agricole d’Abruzzo, associazione culturale Il Mastrogiurato, Dipartimento di Sanità della Regione Abruzzo, Federazione Regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali dell’Abruzzo, Istituto Omnicomprensivo “Ridolfi-Zimarino” di Scerni, Città della Terra Cruda e CedTerra, associazione nazionale Città del Vino, collegio interprovinciale Chieti Pescara dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati Chieti e L’Aquila, Istituto Tecnico Agrario C. Ridolfi di Scerni; Coldiretti e Cia.